Conto Deposito Rendimax 2021

Il Conto Deposito Rendimax è una delle soluzioni di investimento più chiacchierate di questo 2021: di solito le soluzioni di questo tipo presentano diversi vantaggi (uno su tutti: la sicurezza), ma anche un rendimento inferiore rispetto ad altre tipologie di investimento. È così anche per il conto deposito Rendimax? Scopriamo quali sono i tassi e le altre condizioni economiche proposte, quali sono il numero verde e le altre modalità per mettersi in contatto con Banca IFIS (l’istituto che propone l’investimento) e come procedere per l’apertura e la chiusura del conto. Alla fine per avere un quadro ancora più completo daremo anche un’occhiata alle opinioni (sia positivi che negative) rilasciati dagli utenti e dagli esperti del settore.

Conti Deposito Rendimax 2021 di Banca IFIS: le formule disponibili

Il Conto Deposito Rendimax è disponibile in tre diverse formule, ognuna delle quali presenta delle peculiarità: il Conto Rendimax Libero può essere la soluzione ideale per chi movimenta spesso il capitale e quindi non vuole vincolarlo per lunghi periodi, il Conto Rendimax Like consente di sbloccare il capitale “a chiamata” ed offre un rendimento pari all’1,00%, mentre il Conto Rendimax Vincolato permette di ottenere il massimo rendimento dai propri risparmi, visto che offre un tasso di interesse massimo del 3,00%. Nei prossimi paragrafi andremo ad approfondire le caratteristiche di tutte le formule. Il conto deposito Rendimax sembra davvero piacere alla gente: nel corso degli ultimi dieci anni, con una raccolta complessiva che ad oggi sfiora i 5 miliardi di euro (per essere precisi si parla di 4,87 miliardi). Una soluzione di investimento di questo tipo può esser conveniente per i privati che desiderano ottenere un rendimento gestendo in modo semplice (e online) i propri risparmi, per le aziende che vogliono ottimizzare la loro liquidità e per i curatori per ottenere un’alta remunerazione delle procedure concorsuali, ma anche su questo torneremo più avanti.

Conto Deposito Rendimax Libero 2021

Il conto Rendimax Libero rappresenta la base dell’intera offerta (per attivare le formule Like e Vincolato è comunque necessario aprire un il conto Libero) ed è la soluzione pensata per chi movimenta spesso il proprio capitale oppure per chi sa che potrà avere una necessità immediata delle somme investite. Chi invece punta ad ottenere un rendimento dovrebbe guardare alle altre due soluzioni proposte.

Conto Deposito Rendimax Like 2021

Il conto deposto Rendimax Like ad esempio offre un tasso annuo lordo pari all’1,00% e consente di avere il capitale depositato sempre a disposizione: per sbloccarle basta prenotarle e dopo 33 giorni di calendario saranno accreditate sul conto Rendimax Libero (senza perdere neanche un giorno di interesse). I punti di forza della formula Like sono dunque i seguenti:

  • c’è la libertà di sbloccare le somme in ogni momento e di averle a disposizione 33 giorni dopo la prenotazione;
  • è possibile sbloccare anche solo una parte della somma depositata;
  • il tasso dell’1,00% è un buon rendimento per una soluzione di questo tipo ed è valida per tutti (vecchi e nuovi clienti);
  • la durata dell’investimento è potenzialmente illimitata, visto che è il titolare del conto a decidere quanto farlo durare;
  • può essere aperto da tutte le persone fisiche e giuridiche con un deposito minimo di soli 1.000 euro;
  • la gestione è estremamente semplice: il conto può essere alimentato dall’Area Riservata del sito www.rendimaxcontodeposito.it.

Conto Deposito Vincolato Rendimax 2021

Il conto deposito Rendimax Vincolato è la soluzione ideale per chi vuole ottenere il massimo dai suoi risparmi. Il titolare ha la possibilità di scegliere tra la soluzione First, che prevede la liquidazione anticipata degli interessi sul conto Rendimax Libero all’attivazione del vincolo, e la soluzione Top, che prevede la liquidazione degli interessi posticipata, con accredito alla fine del trimestre (accrediti il 31 marzo, il 30 giugno, il 30 settembre e il 31 dicembre). Il rendimento ovviamente dipende dalla formula scelta e dalla durata del vincolo:

  • il Conto Deposito Rendimax Vincolato nella versione First offre lo 0,30% per vincoli di 1 mese o di 2 mesi, lo 0,60% per vincoli di 3 mesi, lo 0,70% per vincoli di 6 mesi, lo 0,75% per vincoli di 9 mesi, lo 0,95% per vincoli di 12 mesi, l’1,65% per vincoli di 18 mesi e l’1,80% per vincoli di 24 mesi;
  • il Conto Deposito Rendimax Vincolato nella versione Top offre lo 0,70% per vincoli di 3 mesi, lo 0,75% per vincoli di 6 mesi, lo 0,80% per vincoli di 9 mesi, l’1,00% per vincoli di 12 mesi, l’1,75% per vincoli di 18 mesi, il 2,00% per vincoli di 24 mesi, il 2,25% per vincoli di 36 mesi,il 2,50% per vincoli di 48 mesi e il 3,00% per vincoli di 60 mesi.

Anche per il conto deposito Vincolato è sufficiente un deposito minimo di 1.000 euro, mentre l’importo massimo per ogni singolo rapporto vincolato ammonta a 3 milioni di euro; la durata invece è limitata nel tempo (2 anni per la versione First, 5 anni per la versione Top) ed è possibile attivare fino ad un massimo di 20 vincoli diversi sul proprio conto; i vincoli sono attivabili sempre dall’area clienti.

Opinioni positive sul conto deposito Rendimax 2021: i vantaggi

Come abbiamo scritto in precedenza, il conto deposito Rendimax può essere aperto da:

  • privati (per l’apertura bisogna seguire la procedura online tramite il sito www.rendimaxcontodeposito.it);
  • aziende (l’apertura del conto si può fare online oppure telefonando al Call Center);
  • curatori (come per le aziende, l’apertura del conto può essere fatta online o chiamando il Call Center).

Ma cerchiamo di capire quali sono i motivi che dovrebbero spingere una persona ad aprire un conto deposito Rendimax.

Più opzioni disponibili

La varietà di scelta è uno dei segreti del successo di Rendimax: una volta aperto il conto Libero è possibile decidere se utilizzare le somme per alimentare un conto Rendimax Like o un conto Rendimax Vincolato; chi sceglie questa soluzione può fare un’ulteriore scelta tra la liquidazione anticipata degli interessi e la liquidazioni posticipata trimestrale.

Apertura semplice e gratuita

L’apertura del conto è semplice e non comporta alcun costo; sempre gratuitamente è anche possibile richiedere la carta di pagamento.

La sicurezza del conto deposito

I conti deposito sono famosi perché la sicurezza rappresenta una loro caratteristica fondamentale: anche Banca IFIS ha aderito al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, quindi sono garantiti i depositi fino a 100.000 euro per ogni cliente; inoltre l’istituto ha uno dei migliori indici di solidità bancaria (CET1 Ratio del 14,03%: il minimo richiesto dalla BCE è pari al 7%) e non utilizza in strumenti finanziari derivati il capitale depositato sui conti Rendimax.

Il rendimento

Ovviamente al primo posto molta gente mette il rendimento: il conto Vincolato permette di ottenere un rendimento massimo del 3,00% (formula Top a cinque anni) e permette di scegliere se ricevere gli interessi in anticipo (con la versione First gli interessi vengono liquidati al momento dell’apertura del vincolo) o posticipati con liquidazioni trimestrali (la versione Top offre anche rendimenti maggiori); il conto Like invece offre un tasso di interesse dell’1,00% che viene calcolato giornalmente: le somme si possono sbloccare e dopo 33 giorni vengono accreditate sul conto Libero, senza perdere neanche un giorno di interesse.

La carta di pagamento Rendimax

Elencando i vantaggi del conto Rendimax abbiamo anche fatto un accenno alla presenza di una carta di pagamento con tecnologia contactless (per i pagamenti sotto i 25 euro non si deve neanche digitare il PIN): i privati titolari di un conto deposito Rendimax hanno la possibilità di richiedere  gratuitamente una carta di debito; la richiesta può essere fatta sia al momento dell’apertura del conto che in un secondo momento. La carta è abilitata per i circuiti Bancomat, Pagobancomat, Maestro e Cirrus; l’addebito è contestuale all’operazione effettuata (fino a quel momento le somme utilizzate continueranno a generare rendimento). Non bisogna pagare alcun canone: i prelievi POS sono gratuiti ed illimitati in Italia e all’estero e sono inclusi cinque prelievi da sportelli Bancomat/Cirrus in Italia e Unione Europea. L’attivazione della carta Rendimax si fa direttamente dall’area clienti del sito utilizzando il codice PIN che si riceve insieme alla carta stessa.

Come aprire il Conto Deposito Rendimax 2021

Le persone fisiche hanno la possibilità di aprire un conto Rendimax monointestato o un conto Rendimax cointestato (massimo due intestatari) tramite il sito www.rendimaxcontodeposito.it. Per portare a termine l’operazione è necessario avere a disposizione il codice fiscale, un documento di identità e l’IBAN di un conto corrente di pagamento (quello che diventerà il Conto Predefinito: deve essere intestato alla persona che intende aprire il conto Rendimax e deve consentire di fare e ricevere bonifici con la possibilità di inserire nelle note o nella causale la descrizione utile per il riconoscimento a distanza). Basta cliccare sul pulsante Apri il conto (presente praticamente su ogni pagina del sito ufficiale) per iniziare la procedura online: grazie alla firma digitale non sarà necessario stampare o inviare documenti cartacei; bastano un telefono cellulare, un indirizzo di posta elettronica e i documenti di cui bisogna caricare una copia in formato JPG o PDF.

La prima fase della procedura di apertura del conto è quella preliminare: la schermata riepiloga tutto quello che serve per portare a termine l’operazione e mostra tutti i documenti da visualizzare (informativa sul trattamento dei dati personali, le condizioni d’uso della firma digitale e la modulistica pre-contrattuale); l’utente deve indicare se intende intestare il conto solo a lui o a lui ed un’altra persona. Nella schermata successiva bisogna inserire i propri dati (se si è già clienti Rendimax basterà inserire le proprie credenziali di accesso all’area riservata): prima si riempiono i campi relativi al documento di riconoscimento e poi quelli relativi al profilo personale. La terza fase è quella che riguarda il conto predefinito: qui basta inserire l’IBAN. Fase quattro, servizi accessori: qui si sceglie se per accedere all’area riservata e disporre le operazioni si vuole utilizzare la modalità di Strong Authentication (si può comunque cambiare in un secondo momento) e si può richiedere la carta di debito di cui abbiamo parlato qualche paragrafo fa. La quinta fase coincide con il riepilogo dei dati inseriti, seguito dalla consultazione dei documenti e l’apposizione della firma digitale.

Rendimento e tassi di interesse del Conto Deposito Rendimax 2021: esempi e simulazioni

Il conto deposito Rendimax può offrire un rendimento fino al 3,00%, ma tutti i tassi a cui abbiamo fatto riferimento fino ad ora sono lordi, ovvero non tengono conto della tassazione del 26% (senza dimenticare che c’è anche l’imposta di bollo che è pari allo 0,2% annuo calcolato sulla giacenza depositata e in base al periodo di rendicontazione). Diventa quindi un po’ più difficile avere un’idea su quello che può essere il reale rendimento di un investimento di questo tipo; per fortuna sul sito ufficiale del conto deposito è disponibile uno strumento che permette di calcolare la redditività dell’operazione. Proviamo a fare qualche esempio relativo ad un investimento di 10.000 euro.

  • Chi sceglie di aprire un conto deposito Rendimax Like depositando 10.000 euro per 6 mesi ha diritto ad un interesse lordo dell’1,00%, che al netto diventa 0.74%, corrispondente a 36,44 euro.
  • Chi sceglie di aprire un conto deposito Rendimax VincolatoFirstdepositando 10.000 euro per 6 mesi ha diritto ad un interesse lordo dello 0,70%, che al netto diventa 0,52%, corrispondenti a 25,54 euro liquidati anticipatamente.
  • Chi sceglie di aprire un conto deposito Rendimax Vincolato Top depositando 10.000 euro per 6 mesi ha diritto ad un interesse lordo dello 0,75%, che al netto diventa 0,55%, corrispondenti a 27,33 euro liquidati trimestralmente.
  • Chi sceglie di aprire un conto deposito Rendimax Vincolato Top depositando 10.000 euro per 3 anni ha diritto ad un interesse lordo del 2,25%, che al netto diventa 1,67%, corrispondenti a 499,04 euro liquidati trimestralmente.
  • Chi sceglie di aprire un conto deposito Rendimax Vincolato Top depositando 10.000 euro per 5 anni ha diritto ad un interesse lordo del 3,00%, che al netto diventa 2,22%, corrispondenti a 1.108,94 euro liquidati trimestralmente.

Come chiudere il Conto Deposito Rendimax 2021

La procedura di apertura del conto abbiamo visto che è estremamente semplice, ma forse la chiusura lo è ancora di più. Il titolare del conto deposito ha la possibilità di recedere dal contratto in qualsiasi momento senza dover sostenere spese di chiusura e senza incorrere in penalità. Per farlo bisogna scaricare l’apposito modulo che può essere scaricato dalla sezione FAQ dell’Area Riservata (per trovarlo bisogna trovare la domanda “Come posso recedere da Rendimax conto deposito?”), che va compilato e inviato con una raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo:

Banca IFIS Spa, Servizio Clienti Rendimax Conto Deposito

Casella Postale 70

43044 Collecchio (PR).

La lettera va inviata con un preavviso di 15 giorni, ma le somme presenti su conto Rendimax Like verranno comunque accreditate dopo i “soliti” 33 giorni di calendario. Il recesso dal contratto porta alla chiusura del conto Rendimax, ma non comporta l’estinzione dei vincoli costituiti su Rendimax Vincolato (non è prevista la possibilità di sbloccare le somme prima della scadenza del vincolo), quindi per tornare in possesso delle somme bisognerà comunque aspettare la liquidazione a scadenza.

Contatti Rendimax Conto Deposito: numero verde, email e indirizzo

Chi ha bisogno di assistenza o vuole maggiori chiarimenti sul conto deposito Rendimax può contattare il servizio clienti tramite una delle varie modalità indicate nel sito:

  • si può telefonare al numero verde 800522122, attivo tra le 8:00 e le 20:00 dal lunedì al venerdì e tra le 8:00 e le 14:00 il sabato; chi si trova all’estero deve chiamare il +39 0415027646;
  • si può chiedere assistenza tramite i social network: sono disponibili gli account su Facebook (@rx.rendimax) e su Twitter (@rendimax)
  • si può mandare un messaggio utilizzando l’apposito modulo presente sul sito (dal menù principale bisogna cliccare su Hai bisogno di aiuto? E poi su Inviaci un messaggio).

Prima di mettersi in contatto con il servizio di assistenza clienti si può anche dare un’occhiata alla sezione FAQ, che raccoglie tutte le risposte alle domande più frequenti; se non si trova la risposta che si sta cercando è possibile anche inserire una nuova domanda compilando un form. Chi invece deve inviare la documentazione l’indirizzo a cui spedire è Banca Ifis SpA, Servizio clienti Rendimax conto deposito, casella postale 70, 43044 Collecchio (PR). La sede legale dell’istituto si trova in via Terraglio 63 a Venezia Mestre. Allo stesso indirizzo si trova l’Ufficio Reclami di Banca: i clienti che vogliono sporgere un reclamo possono inviare una lettera per posta ordinaria, ma possono anche scrivere una email a [email protected] oppure [email protected]; entro trenta giorni dalla ricezione del reclamo l’Ufficio invia una comunicazione di risposta.

Recensioni: il conto deposito Rendimax conviene?

Per trarre delle conclusioni bisogna prendere in considerazione diversi aspetti: se si cerca un conto deposito per avere un posto sicuro dove mettere i propri risparmi, il conto Rendimax è un’ottima soluzione, visto che la banca aderisce al Fondo interbancario di Tutela dei Depositi che garantisce fino a 100.00 euro per ogni titolare di conto; inoltre Banca IFIS può vantare un elevato indice di solidità bancaria, cosa che riduce ulteriormente i rischi. Il conto può essere suggerito anche a chi è alla ricerca di un investimento semplice da gestire, visto che il tutto avviene online; questo che è sicuramente un vantaggio per tantissime persone può però sembrare un limite per quelle persone che non hanno molta dimestichezza con le nuove tecnologie e il web. Il conto deposito Rendimax Like può essere una buona scelta per chi vuole ottenere qualcosa dai suoi risparmi ma non vuole o non può vincolarli per lunghi periodi: questa formula infatti permette di avere i soldi sempre a disposizione (basta fare la richiesta tramite l’area riservata del sito e dopo 33 giorni i soldi vengono accreditati sul conto libero) e al contempo garantisce un tasso di interesse dell’1,00% lordo. Se si confronta questo tasso con quello degli altri conti non vincolati presenti sul mercato si può notare che non è affatto male.

Chi ha da parte un bel gruzzoletto e ha la certezza di non averne bisogno nel prossimo futuro può seriamente prendere inconsiderazione l’idea di aprire un conto deposito Rendimax Vincolato Top: il tasso lordo del 3,00% (che è quello che viene proposto ai titolari di conto Rendimax Vincolato con liquidazione trimestrale ed optano per un vincolo di 5 anni) è uno tra i più alti del mercato, ma lo stesso discorso si può fare anche per i rendimenti offerti per le altre durate. Va comunque detto che la formula Top non permette di svincolare le somme in nessun modo: anche recedendo dal contratto sarà necessario aspettare la naturale scadenza del vincolo per poter rientrare in possesso delle somme depositate. Si deve quindi fare una profonda analisi per capire se il prodotto risponde alle proprie esigenze ed eventualmente decidere se aprire il conto deposito di Banca FIDIS: si è disposti a bloccare la somma per un determinato periodo di tempo o si preferisce avere la possibilità di richiederla in ogni momento? Per quanto tempo si possono vincolare le somme depositate? Si è disposti ad aspettare una liquidazione trimestrale ottenendo un rendimento più alto  (Rendimax Vincolato Top) oppure, visto che per un bel po’ non si potranno toccare i soldi depositati, ci si accontenta di un interesse più basso ma con liquidazione anticipata all’apertura del vincolo?

Sono davvero molte le domande a cui si deve dare una risposta prima di sapere se il conto deposito Rendimax fa al caso nostro. Le opinioni dei consumatori sono comunque decisamente positive: qualche vecchio cliente si lamenta perché dal 2018 l’imposta di bollo è a carico del titolare del conto (mentre prima veniva pagata dalla banca), ma è un piccolo prezzo ben ripagato da dei tassi di interesse che risultano essere tra i più alti del mercato. L’affidabilità dell’istituto è un altro punto a favore che viene spesso rimarcato dai consumatori, così come la professionalità del personale del servizio assistenza (va comunque detto che qualcuno ha fatto presente di aver dovuto attendere molto prima di poter parlare con un operatore). La libertà della versione Like del conto piace molto a chi non è interessato ai vincoli “granitici”. La gestione interamente online del conto è, come detto prima, un vantaggio per molti, che apprezzano la semplicità e la velocità delle varie procedure, ma per alcuni può esser un po’ penalizzante (e qui entra in gioco la già citata bontà del servizio clienti, che è capace di assistere nelle varie fasi di apertura e gestione i clienti meno abili con il web).