Conto Deposito Guber Banca 2021

Da pochi giorni è disponibile il conto deposito di Guber Banca: lanciato poco prima dell’inizio del 2021, il prodotto non segna solo il lancio di un nuovo percorso dell’istituto bresciano, ma rappresenta una ventata di novità in un settore, quello dei conti deposito appunto, che ha da sempre attirato le attenzioni degli italiani ma che nell’ultimo periodo ha perso fascino a causa del calo dei rendimenti offerti. Cerchiamo di capire se il Conto Deposito 102 (è questo il nome ufficiale della proposta di Guber Banca) può essere una buona scelta dando un’occhiata alle sue caratteristiche ai tassi di interesse, alle info sulla procedura di apertura e alle opinioni dei clienti e degli esperti del settore.

Informazioni sul conto deposito Guber Banca 2021

Guber nasce nel 1991 e si specializza nella gestione e nel recupero di crediti non performing; l’istituto ha ottenuto dalla Banca d’Italia e dalla Banca Centrale Europea l’autorizzazione ad operare come ente creditizio, trasformandosi in Guber Banca SpA. Il Conto Deposito 102 è quindi l’ultimo nato in casa Guber, ma sta già facendo parlare molto di sé per via dei rendimenti proposti. La banca ha creato un sito apposito per il suo prodotto, raggiungibile all’indirizzo www.deposito102.it. Prima di tutto cerchiamo di capire cos’è un conto deposito: si tratta di un contratto con cui la banca si impegna a custodire le somme consegnate dal cliente e a restituirle insieme agli interessi calcolati secondo le modalità previste dal contratto stesso.

È una forma di investimento particolarmente adatta alle persone che dispongono di un importo di cui pensano di poter fare a meno per l’intera durata del vincolo e che non vogliono correre i rischi che comportano altre soluzioni di investimento. Le somme che il cliente versa nel suo conto deposito possono essere libere (sono sempre a disposizione e il cliente può prelevarle quando vuole) o vincolate (rimangono bloccate per le durate prestabilite); ovviamente le somme libere hanno una remunerazione più bassa, rappresentata dal tasso base, mentre per quelle vincolate la banca è tenuta a corrispondere un tasso migliorativo.

Caratteristiche del conto deposito di Guber Banca e rischi

Il conto deposito Guber Banca può essere aperto solo dalle persone fisiche maggiorenni che risiedono in Italia; il sottoscrittore può effettuare le operazioni di addebito o accredito sul Conto Deposito 102 tramite bonifici che transitano sul cosiddetto conto predefinito, ovvero un conto corrente aperto presso un qualsiasi istituto bancario in Italia) intestato allo stesso cliente. C’è la possibilità di scegliere se lasciare libere o vincolare (anche parzialmente) le somme depositate; si può scegliere il periodo di vincolo tra le opzioni di durata proposte dalla banca (ad ogni durata corrisponde un rendimento diverso). Gli interessi dovuti sulle somme bloccate vengono liquidati alla naturale scadenza del periodo di vincolo.

Quando si parla di questo tipo di prodotto si dice sempre che si tratta di un investimento sicuro (lo abbiamo scritto anche noi qualche riga fa) e ovviamente questo discorso vale anche per il conto deposito Guber Banca: il principale rischio è quello di controparte, ovvero che l’istituto non sia in grado di restituire (in tutto o parzialmente) i soldi al cliente; si tratta di una possibilità abbastanza remota, resa praticamente nulla dall’adesione della banca al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce una copertura fino a 100.000 euro per ogni depositante. Questo significa che in caso di crisi dell’istituto solo la parte eccedente ai 100.000 euro potrà essere soggetto al Bail-in. Un altro pericolo è rappresentato dall’utilizzo indebito e fraudolento di altre persone delle credenziali di accesso al servizio di home banking, ma per evitarlo è sufficiente avere un po’ di prudenza.

Rendimento: i tassi per le somme vincolate su Conto Deposito 102 di Guber Banca

Vediamo ora quali sono le condizioni economiche proposte per il Conto Deposito 102.. Non sono previste spese per l’apertura del conto, per la sua gestione o per la sua estinzione e non ci sono costi per la produzione e l’invio di rendiconti annuali e altre comunicazioni; inoltre l’imposta di bollo è a carico di Guber Banca. L’assenza di spese è un’ottima cosa, ma forse l’aspetto che interessa di più ai risparmiatori è il rendimento. Sulle giacenze libere (ovvero sulle somme non vincolate) viene riconosciuto un tasso creditore annuo nominale dello 0,10%; sulle somme vincolate invece viene riconosciuto un tasso maggiorato che varia in base alla durata del “parcheggio”:

  • per vincoli di 12 mesi viene riconosciuto un tasso nominale annuo dello 0,75%;
  • per vincoli di 24 mesi viene riconosciuto un tasso nominale annuo dell’1,25%;
  • per vincoli di 36 mesi viene riconosciuto un tasso nominale annuo dell’1,50%;
  • per vincoli di 48 mesi viene riconosciuto un tasso nominale annuo dell’1,75%;
  • per vincoli di 60 mesi viene riconosciuto un tasso nominale annuo del 2,00%.

Per queste soluzioni non c’è facoltà di svincolo: in caso di svincolo anticipato (se questa possibilità è prevista) viene applicata una penale, rappresentata da una riduzione del rendimento maturato sull’importo smobilizzato in anticipo (la penale può arrivare fino al 100% degli interessi maggiorati, ma in ogni modo vengono riconosciuti gli interessi creditori previsti per le somme libere). Bisogna precisare che i tassi indicati sono al lordo della ritenuta fiscale (che la legge attualmente fissa al 26%).

Vediamo ora un po’ di esempi per capire quale può essere il reale rendimento dell’investimento. Supponiamo di avere a disposizione 10.000 euro; se scegliamo di vincolare le somme i possibili guadagni sono i seguenti:

  • 10.000 euro vincolati per 12 mesi vengono remunerati con un tasso lordo dello 0,75% con un guadagno netto complessivo che ammonta a 55,50 euro;
  • 10.000 euro vincolati per 24 mesi vengono remunerati con un tasso lordo dell’1,25% con un guadagno netto complessivo che ammonta a 185 euro;
  • 10.000 euro vincolati per 36 mesi vengono remunerati con un tasso lordo dell’1,50% con un guadagno netto complessivo che ammonta a 333 euro;
  • 10.000 euro vincolati per 48 mesi vengono remunerati con un tasso lordo dell’1,75% con un guadagno netto complessivo che ammonta a 518 euro;
  • 10.000 euro vincolati per 60 mesi vengono remunerati con un tasso lordo del 2,00% con un guadagno netto complessivo che ammonta a 740 euro.

Per le somme libere non è previsto un limite minimo, mentre chi opta per le soluzioni vincolate deve depositare almeno 5.000 euro. In entrambi i casi è però previsto un limite massimo, stabilito in 200.000 euro. Ciascun cliente può aprire al massimo un Conto Deposito 102 e può indicare un solo conto corrente predefinito. Su ogni conto deposito di Guber Banca è possibile attivare fino a 10 vincoli.

Come aprire un Conto Deposito 102

Chi è interessato all’apertura di un conto deposito Guber Banca deve prima di tutto collegarsi al sito www.deposito102.it: se dopo ave letto tutta la documentazione informativa l’investimento viene ritenuto conveniente (magari dopo aver fatto anche qualche simulazione con l’apposito strumento presente sul sito) è possibile procedere cliccando sul taso Apri il conto. Per completare l’operazione bisogna avere a portata di mano un documento di identità (che può essere la carta di identità, il passaporto o la patente) ed il codice fiscale e bisognerà indicare anche un indirizzo email, un numero di telefono cellulare e il codice IBAN del conto corrente d’appoggio. Per aprire il conto è sufficiente seguire le istruzioni sullo schermo: si inseriscono le informazioni richieste nella sezione Compila i dati; dopo aver verificato il tutto si può procedere con la stampa dei contratti che compaiono nell’ultima schermata della procedura. La copia del contratto da restituire alla banca va firmata e spedita insieme alla copia del documento di identità e del codice fiscale a Guber Banca SpA, Servizio Clienti Deposito 102, via Corfù 102, Brescia 25124.

Bisogna poi effettuare un bonifico a favore del nuovo Conto Deposito 102 (il bonifico deve partire dal conto corrente indicato in fase di apertura). Appena riceve la documentazione spedita e il bonifico e dopo aver fatto le opportune verifiche e accettata la proposta, Guber Banca invia al cliente per posta raccomandata tutta la documentazioni contrattuale e tramite email e per SMS comunica le credenziali d’accesso per gestire il conto via home banking. La pratica deve essere completata entro 60 giorni da quando si inseriscono i dati sul sito; trascorso questo termine, se si ha ancora intenzione di aprire il conto deposito Guber Banca sarà necessario rifare tutto daccapo. Se si riscontrano delle difficoltà durante la fase di apertura è possibile contattare il servizio clienti mandando una email all’indirizzo [email protected] oppure telefonando al numero gratuito 800.978877 la mattina (dalle 9:00 alle 13:00) e il pomeriggio (dalle 15:00 alle 19:) dei giorni dal lunedì al venerdì.

Le opinioni sul conto deposito Guber Banca 2021

Essendo un prodotto nuovo di zecca non ci sono molte opinioni sul conto deposito di Guber Banca rilasciate dai clienti dell’istituto; ci sono però dei buoni motivi che possono spingere le persone ad interessarsi a questo tipo di investimento: innanzi tutto viene gestito da una banca in salute (visti gli scandali che si sono verificati negli ultimi anni non è una cosa così scontata), poi non sono previste spese a carico del cliente, il limite minimo per poter vincolare le somme non è troppo elevato (5.000 euro) e i rendimenti proposti (che possono arrivare fino al 2,00% per vincoli di 60 mesi) sono tra i più alti del settore. Basta fare una semplice ricerca sui siti comparatori o sul sito ufficiale https://www.deposito102.it/ per scoprire che il Conto Deposito 102 è davvero uno dei prodotti più convenienti: ci sono anche altri istituti che propongono lo stesso rendimento lordo, ma tra bollo e altre spese il guadagno netto risulta essere più basso di quello ottenibile con il conto deposito Guber Banca.